Mobility Dog ®, cos’è?

Che cos’è la Mobility Dog ®

La Mobility Dog ® è una disciplina di recente introduzione, non agonistica e non competitiva, aperta e idonea a tutti i team cane-conduttore anche alla prima esperienza.
Nata in Svizzera negli anni ‘90, si è diffusa velocemente in tutto il Nord Europa perché per le sue caratteristiche diventa un ottimo strumento per migliorare l’inserimento e l’integrazione del cane nella società urbana.

Il percorso ad ostacoli della Mobility Dog ® viene inserito in un normale percorso educativo della coppia cane-padrone. Esso è divertente sia per il cane che per il conduttore, e rompe la possibile monotonia di un normale corso di educazione. Affrontare e risolvere piccoli problemi e superare ostacoli di diverso tipo ha molteplici effetti sulla coppia: aumenta l’autostima, diminuisce l’iperattività, aumenta la capacità di comunicare tra i due soggetti migliorandone via via l’intesa, aumenta la fiducia in sé stessi e nel proprio compagno, sia umano che canino, implementa la capacità del cane di concentrarsi e di prestare attenzione, diminuisce l’insicurezza e di conseguenza mitiga l’insorgere di alcuni problemi di aggressività, migliora in generale la qualità della vita della coppia, fornisce innumerevoli opportunità di socializzare, e non essendovi ansia da prestazione, che può essere motivata da un aspetto agonistico, aiuta a rilassarsi e ad eliminare lo stress.

In ultima analisi è importante tenere in considerazione che il compiere particolari movimenti e superare piccoli ostacoli con successo aumenta la facoltà di apprendere e la flessibilità cognitiva nel nostro cane.

Non ultimi gli effetti positivi dell’attività fisica, in particolar modo se si considera che tutto il lavoro di training è impostato sul gioco, che rappresenta di per sé un’efficace movente per il nostro amico quattro zampe. Fare attività con il nostro cane ci fornisce anche innumerevoli monitor sul suo stato di salute sia fisico che psicologico, consentendoci di anticipare l’insorgere di più gravi problematiche. Inutile dire come un cane sano, equilibrato e con un’ottima relazione con il suo proprietario sia apprezzabile anche da un punto di vista sociale.

La Mobility Dog ® si propone anche come strumento di una maggior diffusione di cultura sul cane; nella prevenzione di incidenti e di maltrattamenti, per lo più involontari, dovuti ad una scarsa conoscenza etologica dello stesso.La disciplina si articola in 18 prove standard da eseguire ciascuna nel tempo massimo di 1 minuto; i tempi di esecuzione e la tipologia delle prove sono tali da non creare stress psicofisico al cane (e al conduttore) indipendentemente dall’età e dalla taglia.

L’obiettivo finale ed esplicito del corso di Mobility Dog ® è quello di preparare il team cane-conduttore alla corretta partecipazione ad una manifestazione di Mobility Dog. In realtà le speciali caratteristiche di questa disciplina permettono di approfondire e migliorare la relazione e la gestione del proprio cane.

(tratto da http://www.ficss.it/attivita/mobility-dog/5)

Iter formativo per Tecnici Mobility Dog

Requisiti per ottenere la qualifica di Tecnico Mobility Dog:
essere educatori o istruttori riconosciuti FICSS.

E’ possibile accedere alla formazione prima di essere in possesso della qualifica da Educatore, se si supera l’esame al temine delle 2 giornate di corso specifico, la qualifica comunque verrà consegnata congiuntamente a quella da Educatore FICSS.

Corso di formazione:
16 ore di formazione formula w.e.: 8 ore di teoria e 8 ore di pratica.

Alla fine del secondo giorno l’allievo farà un esame per verificare l’apprendimento con una coppia cane-proprietario.

Conferma del tesserino:
Oltre al rinnovo annuale il tecnico Mobility Dog è tenuto a partecipare ad almeno 1 dei 2 raduni annuali, partecipando direttamente e/o portando dei suoi soci.

Manifestazioni e Raduni:
Ogni tecnico Mobility Dog può organizzare manifestazioni nel suo campo (se regolarmente affiliato) o, in concomitanza di eventi, sul territorio.

Il punto di forza della Mobility Dog è la possibilità di far provare le persone con il proprio cane anche se non hanno alcuna esperienza o alcune educazione di base, permette di far vedere al proprietario sotto un’alta ‘luce’ il proprio cane. Non serve una squadra preparata per un’esibizione…

I raduni hanno lo scopo di unire, confrontarsi in base alle proprie esperienze e mantenere ‘vivo’ il ruolo di aggregazione e condivisione, una delle principali prerogative della Mobility Dog.